Nasce il COP

Nasce il COP

Lunedì 16 aprile si è tenuta la prima riunione del Comitato Operativo di Partecipazione. Nella sala consigliare della sede di Pomezia si sono incontrati i membri nominati dal Consiglio di Amministrazione per conoscersi, per pianificare i prossimi incontri ed eleggere il presidente. Una data importante nel percorso verso l’implementazione della partecipazione dei soci alla vita della Cooperativa che il nuovo CdA ha deciso da intraprendere sin dal momento del suo insediamento.

Cosa è il C.O.P.

Il Comitato Operativo di Partecipazione è l’organo consultivo, istituito dal Consiglio di Amministrazione, con lo scopo di proporre istanze e pareri non vincolanti, divenendo in questo modo un supporto nello svolgimento dell’attività del consiglio stesso. Inoltre, obiettivo del COP è anche quello di attivare un circuito virtuoso di informazione e coinvolgimento trasversale a tutta quanta l’organizzazione.

Ai lavori del comitato prenderanno parte esponenti di ogni settore della cooperativa, da figure che hanno responsabilità apicali ad operatori di call center e front office. Se nel primo caso la nomina è legata al ruolo ricoperto, non potendo i restanti membri del COP essere eletti, la rappresentanza democratica di ogni parte della cooperativa è stata garantita attraverso la scelta tra candidature effettuate in modo spontaneo. La volontà di creare questa commistione di elementi, differenti tra loro per ruolo nella quotidianità lavorativa, è stata la guida della governance.

Tutti attorno allo stesso tavolo in una posizione paritetica

Nominato il presidente

Al battesimo del COP hanno voluto prender parte anche i membri del Consiglio di Amministrazione. La presidente Roberta Ciancarelli, ha voluto sottolineare come il Comitato Operativo di Partecipazione sia “un’importante spazio di dialettica costruttiva, un luogo dove confrontare i problemi da prospettive diverse, avvicinando persone che si differenziano per ruolo e dislocazione”.

I ventuno membri presenti hanno nominato presidente, all’unanimità, la consigliera Ylenia Nardoni che era già stata identifica dal CdA come suo referente per i lavori del neonato organismo. Ringraziando per la nomina come presidente, Ylenia Nardoni ha voluto sottolineare come “Nel Cop si entra con ruoli e responsabilità diverse ma, attorno al tavolo, ci si deve confrontare sulla base delle comuni prerogative di soci e lavoratori, cogliendo le opportunità offerte da angoli di visuale diversi”.