Keepers, l’app contro il cyberbullismo

La tecnologia di internet, oltre che offrire qualche vantaggio, sta creando notevoli insidie ai più giovani, come i fenomeni di bullismo virtuale attraverso internet o i social (cyberbullismo).
In genere viene effettuato postando insulti, minacce su mail o social network, inoltrando immagini o video imbarazzanti per danneggiare la reputazione della vittima di turno. Quasi il 40% dei ragazzi ha già sperimentato abusi online, ma solo il 22% di questi ha il coraggio di parlarne in famiglia.

Anche per questo Keepers Child Safety, una startup israeliana con sede a Gerusalemme, nel 2017 ha realizzato Keepers, una nuova applicazione per smartphone che permette ai genitori di sapere in tempo reale se i figli vengono insultati o minacciati.

Come funziona Keepers

Dopo avere scaricato l’applicazione ed associato i dispositivi del genitore e del ragazzo, Keepers consentirà ai genitori di geolocalizzare il figlio tracciando in tempo reale la sua posizione.
Gli permetterà anche di ricevere delle notifiche nel caso il sistema rilevi post contenenti una minaccia o una situazione di pericolo su Whatsapp, Facebook, Snapchat e Telegram.
Infatti, grazie ad un sofisticato algoritmo NLP, l app è in grado distinguere tra un linguaggio pericoloso e uno innocuo, segnalando esclusivamente i messaggi sospetti.
Una volta che le informazioni sono giunte a destinazione i dati vengono cancellati dai server per mantenere la privacy dell’utente. In ogni caso l applicazione non può essere rimossa né disinstallata dal dispositivo del figlio senza l autorizzazione del genitore.

L’applicazione ed il suo sviluppo

Il progetto di Keepers Child Safety è partito da Arik Budkov, uno dei fondatori della start up, in quanto il miglior amico di suo figlio di 12 anni ha tentato il suicidio perché preso di mira dai compagni di classe che lo insultavano e lo chiamavano gay.
Da allora Keepers è stata sviluppata e diffusa velocemente, in pochi mesi ha consentito di rilevare e fermare molti casi di cyberbullismo.

L’applicazione, dopo la prova in Israele, è stata lanciata in Austria, Germania, Svizzera, Regno Unito, negli Stati Uniti ed anche in Italia, dove ha superato i 5mila utenti.
Recentemente Vodafone ha introdotto Keepers nell offerta rivolta ai più giovani (8-12 anni), in collaborazione con il Moige per garantire la sicurezza digitale dei più piccoli.

L’applicazione attualmente è a pagamento, i primi 14 giorni di utilizzo sono gratuiti, poi si paga 1,99 al mese.
Per ulteriori informazioni vedere il sito Keepers Child Safety