Nuove linee guida tra Enti del Terzo Settore e pubblica amministrazione

Linee Guida

Nuove Linee guida sul rapporto tra pubblica amministrazione ed enti del Terzo settore sono state adottate, con il decreto del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali n. 72 del 31 marzo 2021, in applicazione degli articoli 55-57 del Codice del Terzo settore.
Scritte a seguito dell’intesa raggiunta nella Conferenza unificata, queste nuove Linee Guida portano novità sostanziose per le aziende e cooperative sociali che operano su commesse pubbliche.

I procedimenti condivisi

Già vi erano stati segnali importanti lo scorso anno, con la sentenza n. 131 del 2020 della Corte costituzionale (amministrazione condivisa) e con la revisione del Codice dei contratti pubblici per un maggior coordinamento tra i soggetti del Terzo settore e gli enti territoriali.

Le Linee Guida adesso ribadiscono questo percorso, dando ulteriori risposte sui procedimenti, stabilità e trasparenza sui contratti.
Il par. 1.1 aiuta ad inquadrare il rapporto fra amministrazione condivisa e affidamento di servizi pubblici, offrendo dei chiari elementi di orientamento.
Il par. 2 ed il par. 3 disegnano invece l’iter procedimentale, chiarendo come co-programmazione e co-progettazione siano le forme da adottare.
Il par. 4 interviene sul tema delle convenzioni ex art. 56 del Codice del Terzo settore, chiarendo il portato normativo di talune espressioni e del principio del rimborso delle spese effettivamente sostenute e documentate.
Il par. 6 precisa i contenuti degli obblighi di pubblicità e trasparenza connessi all’amministrazione condivisa.

Il ruolo degli Enti pubblici

Le Linee Guida costituiscono uno strumento immediatamente operativo per Regioni ed enti locali che adottano convenzioni per i propri servizi.
Anche se queste possono adottare propri atti normativi o amministrativi autonomi per adeguarle al proprio contesto e per gestire meglio la co-progettazione nel territorio.

Il Forum del Terzo Settore

Soddisfatta di questa svolta è Claudia Fiaschi, portavoce del Forum nazionale del Terzo settore, per cui “Le linee guida per i rapporti con la Pubblica amministrazione sono un passaggio fondamentale per la valorizzazione del Terzo settore: adesso si può collaborare al meglio con le istituzioni pubbliche”.
Infatti i nuovi percorsi amministrativi potranno essere seguiti non solo nell’ambito dei servizi sociali, ma per tutte le convenzioni, inclusi i progetti innovativi.
Soddisfazione anche per l’orientamento espresso dal Ministero del Lavoro sull’utilizzo degli strumenti collaborativi per attuare le iniziative per il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza e definire la nuova programmazione dei fondi strutturali europei.

(Fonte www.forumterzosettore.it)