Il Disability Pride Network al Roma Pride

Intersezionalità

Anche quest’anno il Disability Pride Network, di cui è parte integrante anche la Cooperativa Sociale aCapo, sarà presente al Roma Pride organizzato in Piazza Vittorio Emanuele, sabato 26 giugno alle ore 17:00.
La partecipazione, come le altre in precedenza, intende essere un ulteriore messaggio per la difesa del valore della diversità e della sua integrazione e tutela.
Infatti è in corso una comune mobilitazione per l’approvazione del DDL Zan, che prevede misure per la valorizzazione e tutela di diverse categorie a rischio discriminazione, tra queste anche le persone con disabilità.

Una battaglia contro l’abilismo

Infatti, come dichiara Carmelo Comisi, portavoce del Disability Pride Network e fondatore del Disability Pride Italia, la legge intende considerare i crimini d’odio quei reati che comportano violenza e sono riconducibili sotto il cappello dell’abilismo.
Per abilismo infatti si intendono tutti quegli atteggiamenti che non permettono alle persone di vivere una piena inclusione nella società, ma anzi le porta ad essere oggetto di discriminazione, odio e violenze fisiche.
Il mondo delle disabilità vuole l’approvazione della legge Zan, da un lato perché parla di contrasto alle forme violente di esclusione, ma anche perché contiene delle misure per sensibilizzare la gente sulle diverse condizioni ed abilità.

Una partecipazione condivisa

Dunque il Disability Pride Network si unisce in questo Roma Pride nella battaglia per la sua approvazione insieme con la comunità LGBTQA+ e le donne in genere, che sono altre vittime di una discriminazione quotidiana strisciante che spesso sfocia in violenza.
Ed auspica nello stesso tempo che si possano moltiplicare questi spazi condivisi entro i quali costruire una società migliore, più equa, un mondo che sia più inclusivo.

Il #26giugno molti rappresentanti del Disability Pride Network saranno presenti al Roma Pride 21 con il loro striscione #Intersezionalità (vedi foto) e con la partecipazione di Radio32, La Radio Che Ascolta, per richiedere l’affermazione dei diritti e l’approvazione del DDLZan.
Per altre informazioni si può vedere sulla sua Pagina Facebook