Una campagna per l’accessibilità dei luoghi della cultura

Acceasy

Continuano le attività di aCapo nell’ambito di Acceasy, il progetto per l’accessibilità dei beni culturali alle persone con difficoltà intellettive.
In questi mesi vi sono stati diversi incontri tra i partner europei del progetto (Fundacion Aspanias Burgos, Egina, IMS Research and Developement, Cyprus Autism Association, E-Code) per elaborare metodologie e contenuti per la fruizione universale dei siti.

L’Easy to Read

Tra questi l’Easy to Read, attraverso la quale è possibile rendere le informazioni accessibili a tutti, non solo a persone con disabilità cognitive, ma anche a chi ha difficoltà nella comprensione per lingua diversa, sordità o età avanzata.
Tutti i partner stanno utilizzando questo metodo per creare informazioni condivise che possano illustrare alcuni monumenti o beni nel loro Paese.
Anche aCapo sta sperimentando le prime possibili applicazioni dell’Easy to Read al patrimonio culturale della città di Roma, in particolare per rendere accessibile i Fori Imperiali.

Le ultime fasi di Acceasy

Nel recente incontro avvenuto a Burgos in Spagna, aCapo e gli altri partner di Acceasy hanno fatto il punto sullo stato di avanzamento del progetto e sui suoi output.
L’obiettivo è quello di realizzare un Manuale nelle diverse lingue per favorire la comunicazione accessibile nell’ambito dei beni culturali ed un Corso on line per illustrare il corretto utilizzo dell’Easy to Read per le persone con la disabilità cognitiva.
Hanno poi lanciato una campagna di consapevolezza e sensibilizzazione, con l’hashtag #enjoythisway, per rendere fruibile il patrimonio culturale e diffondere metodi e strumenti per le guide turistiche e i gestori dei luoghi.

Un Convegno a Roma

Il prossimo incontro di condivisione e diffusione si svolgerà a Roma nel prossimo giugno. Vi sarà un Convegno che coinvolgerà, oltre ai partner di Acceasy, le istituzioni locali, rappresentanti dei beni culturali e operatori dell’inclusione, per sensibilizzare il pubblico sul tema dell’accessibilità del nostro patrimonio storico e artistico alle persone con disabilità cognitiva.
aCapo, in qualità di padrone di casa, dovrà organizzare i diversi incontri e far conoscere a tutti i partecipanti la situazione dei monumenti romani, a cominciare dai Fori Imperiali.
Infine la chiusura del progetto avverrà il 31 luglio a Foligno, in occasione della prossima edizione della Giostra della Quintana.