Le cooperative contrastano le disuguaglianze sociali

disuguaglianze

Le cooperative sono fondamentali per contrastare le disuguaglianze sociali, tutelare le fasce più deboli e dare lavoro stabile nel territorio.
Questo dato emerge dal Report FragilItalia “Le cooperative e il loro valore per la società”, elaborato da Area Studi Legacoop e Ipsos, in base ad un sondaggio su un campione della popolazione italiana.

Meglio delle altre imprese

Il rapporto, che integra un’analisi analoga realizzata all’inizio dello scorso autunno, conferma il bisogno in questa fase storica di creare nuove forme di mutualismo e di collaborazione tra le persone.
Infatti il 71% degli intervistati ritiene che le cooperative siano più importanti delle imprese di capitali per un efficace contrasto alle disuguaglianze sociali.
Questo grazie anche ai valori identitari (onestà, equità, giustizia, armonia) che gli intervistati trovano in queste forme di impresa ad un valore doppio rispetto alle altre.
E ben il 47% della popolazione di riferimento ritiene che le imprese cooperative rappresentino un modello di economia giusta.

Opportunità per i territorio

Riguardo agli aspetti che qualificano il ruolo delle cooperative nel territorio e nella comunità in cui operano, questi sono i risultati:
il 33% ha indicato l’impegno a tutelare le fasce più deboli, il 29% la creazione di opportunità per i giovani, il 27% la capacità di offrire lavoro regolare, il 25% la spinta a rendere il mercato più giusto. Se non fossero presenti le cooperative il territorio sarebbe meno ricco (65%), meno dinamico e con meno opportunità di lavoro (58%) e con più disuguaglianze sociali (52%).
E riguardo ai comportamenti che le imprese dovrebbero adottare per l’economia futura, i più indicati sono il benessere lavorativo e l’attenzione alle persone e non solo ai profitti, il rispetto e tutela dei valori etico-sociali.
Ma anche il sostegno e alleanza tra imprese, lo sviluppo economico con obiettivi collettivi, il coinvolgimento attivo dei lavoratori nella vita dell’impresa, le minori differenze di stipendio tra manager e lavoratori.

Sviluppo sostenibile ed umano

Come commenta Simone Gamberini, Presidente di Legacoop, la cooperazione rappresenta sempre più un modello di sviluppo sostenibile e umano.
Le tante imprese operano ogni giorno per ridurre i divari e promuovere innovazione inclusiva, in sintonia con un sempre più ampio bisogno di economia sociale.
Ed anche la Cooperativa aCapo è impegnata da anni in questo percorso, offrendo opportunità di lavoro alle donne, ai giovani e alle persone con disabilità o svantaggio.